Stéphane Courtois et al. - Il libro nero del comunismo. Crimini, terrore, repressione (2000)

nick2nick | 11 Commenti | 790 Viste | 12-07-2018, 20:58
12
07
2018
 
Stéphane Courtois, Nicolas Werth, Jean-Louis Panné,
Andrzej Paczkowski, Karel Bartosek, Jean-Louis Margolin
Il libro nero del comunismo
Crimini, terrore, repressione
2000 (Editing 2018) | EPUB | 1.5 MB
 
85 milioni di vittime: questo è stato l'enorme costo del comunismo. Ma com'è potuto succedere che un ideale di emancipazione e di fraternità universale si traducesse, già all'indomani dell'ottobre 1917, in dottrina dell'onnipotenza statuale, in discriminazione generalizzata di interi gruppi sociali, in deportazioni di massa e atroci stermini? Il libro nero del comunismo rompe il muro del silenzio, e grazie a documenti reperiti in archivi fino a ieri inaccessibili e a una paziente raccolta di testimonianze contribuisce a stabilire un'atroce verità: i paesi comunisti si sono dimostrati molto più efficienti nella produzione di gulag e cadaveri che in quella di grano e di beni di consumo. In queste pagine, per la prima volta, un gruppo di storici tira le somme, continente per continente, paese per paese, dei crimini perpetrati sotto le insegne della falce e del martello. E consegna ai lettori un documento sconvolgente, di portata epocale.
 
Per un veloce "grazie": un clic sul "like" - "mi piace" in fondo a questo articolo!

E gli utenti Vip scorrano un po' l'articolo in giù, che trovano una sorpresa spero gradita!
 
 
DOWNLOAD
 
Attenzione! Non sei autorizzato a visualizzare questo testo / Solo gli utenti registrati possono visualizzare questo testo!
 
Novità: LINK DIRETTO PER VIP
 
Attenzione! Non sei autorizzato a visualizzare questo testo / Solo gli utenti registrati possono visualizzare questo testo!
GRAZIE A CHI HA CONDIVISO I 3 .TXT DI PARTENZA!
 

Abbonamento Premium Easybytez (Offerta) Per gli utente di Hawk Legend Download:
Abbonamento Premium Easybytez (Offerta)  per gli utente di Hawk Legend:
  • Mi piace
  • 72
  1. nick2nick
    nick2nick | Moderator
    12 Luglio 2018 21:01
    • 3

    Altroché "celebrazioni"...

     

  2. googleuk
    googleuk | User
    12 Luglio 2018 21:05
    • 1

    Grazie nicki, sei un tesoro, come sempre i tuoi ebook sono perfetti!!!kissing_heartheart_eyeskissing_heart

  3. nick2nick
    nick2nick | Moderator
    12 Luglio 2018 21:15
    • 1

    Quote: googleuk

    Grazie nicki, sei un tesoro, come sempre i tuoi ebook sono perfetti!!!kissing_heartheart_eyeskissing_heart

    Grazie a te dell'apprezzamento e della simpatia! In effetti questa versione epub appare qui sul nostro sito in anteprima assoluta per il web.

     

  4. giuseppeladaga
    13 Luglio 2018 06:37
    • 1

    sei un grande

  5. selvaggio5
    selvaggio5 | VIP User
    13 Luglio 2018 07:04
    • 1

    grazie mille

  6. quasidio
    quasidio | VIP User
    13 Luglio 2018 07:34
    • 0

    Una domanda: qual è il motivo per cui questo libro (oramai vecchio, di propaganda di una ventina di anni fa) gode il rilevo in prima pagina? Grazie

  7. nick2nick
    nick2nick | Moderator
    13 Luglio 2018 08:31
    • 2

    Quote: quasidio

    Una domanda: qual è il motivo per cui questo libro (oramai vecchio, di propaganda di una ventina di anni fa) gode il rilevo in prima pagina? Grazie

    Ciao! Leggiamolo e capiremo, se davvero è vecchio o di propaganda (ed eventualmente quanto lo è), valutandolo con la nostra testa e non in base a recensioni di parte. Chiaro che questo non è ottusa propaganda vetero-comunista come i molti libri apparsi recentemente sul web gratuito in occasione del centenario della Rivoluzione russa, quelli sì vecchi e obsoleti, soprattutto nelle idee.
    Se ci fai caso, non è infrequente nella saggistica che edizioni (ufficiali) nuovissime ripropongano testi pubblicati originariamente anche trenta e più anni fa. E questo epub è nuovissimo, ed è frutto di molte mie ore di lavoro volto a renderlo piacevolmente fruibile. Partire da dei .txt "non tanto buoni" e proporre un'opera di tal mole e qualità formale non è da tutti, né di tutti i giorni, ecco perché ho voluto che ottenesse qualche ora di visibilità extra.

     

    1. trap
      trap | VIP User
      13 Luglio 2018 19:18
      • 1

      Grazie per l'enorme (e faticoso sicuramente) lavoro svolto.

      Certo l'utilizzo del proprio intelletto (dove c'è :) è l'arma migliore per una lettura critica, sottolineo, però, che il termine comunismo viene sovente abusato in quanto generalmente si fa riferimento a paesi governati da dittatori che con l'idea originaria del comunismo non hanno nulla a che spartire e ne sono, anzi, l'antitesi.  Sarebbe, infatti, più corretto utilizzare termini come stalinismo, castrismo ecc. Questa non vuol essere una critica alla tua proposta che merita, ovviamente, la dovuta considerazione.

      Ciao e grazie ancora

      1. nick2nick
        nick2nick | Moderator
        13 Luglio 2018 22:17
        • 2

        Ciao, trap! Questo tuo distinguo lo troviamo espresso chiaramente nella prima parte della prefazione, che appare abbastanza equilibrata visto che, tra l'altro, riconosce responsabilità di grossi crimini (quasi) a 360°. "Quasi": non mi è sfuggita l'omessa citazione dei bombardamenti di efferatezza inaudita contro obiettivi prettamente civili, es. Coventry, Dresda, Nagasaki, ecc. (ecc. ecc., purtroppo!)

         

  8. prunilla
    prunilla | VIP User
    14 Luglio 2018 02:29
    • 1

    grazie, ottimo lavoro!

  9. don_toto2000
    17 Luglio 2018 19:36
    • 1

    grazie

Informazione
Gli utenti del Visitatori non sono autorizzati a commentare questa pubblicazione.
все шаблоны для dle на сайте шаблоны dle 11.2 скачать